You are here

Corso Consulente Tecnico d’Ufficio

In Italia, ogni volta che il giudice, ai fini della decisione, necessita del giudizio di un esperto data la vertenza del contendere su particolari cognizioni scientifiche, può richiedere l’intervento di un esperto (art. 61 del codice di procedura civile). Tale intervento, detto consulenza giudiziale, può essere addirittura previsto dalla legge, come nel caso di controversie in materia di compensi professionali (art. 2233 codice civile) o nel caso dei sinistri marittimi (art. 599 del codice della navigazione).

Il consulente tecnico d’ufficio (d’ora in poi, per semplicità, CTU) svolge la funzione di ausiliario del giudice lavorando per lo stesso in un rapporto strettamente fiduciario nell’ambito delle rigide e precise competenze definite dal Codice di procedura civile. Scopo del Consulente è quello di rispondere in maniera puntuale e precisa ai quesiti che il Giudice formula nell’udienza di conferimento dell’incarico e di relazionarne i risultati nell’elaborato peritale che prende il nome di Consulenza Tecnica d’Ufficio.

OBIETTIVI:
E’ emersa la necessità di un corso che sappia coniugare la teorica con la pratica, mediante analisi di fac-simili, modulistica, proposte di notule e discussioni di casi reali.
Il corso si rivolge a professionisti (ARCHITETTI, INGEGNERI EDILI O/E CIVILI. CON LAUREA TRIENNALE E MAGISTRALE; AGRONOMI (DOTTORI IN AGRARIA E FORESTALI); GEOMETRI, PERITI EDILI, PERITI AGRARI, AGROTECNICI) che desiderano approfondire il tema delle consulenze tecniche ed in special modo per quelle in ambienti giudiziari.Il corso fornirà un indispensabile ausilio procedimentale per la corretta gestione tecnica d’Ufficio e di parte, in ambito civile e penale, nelle principali tematiche giudiziarie estimative, edilizie, urbanistiche, fallimentari, espropriative, di congruità di parcelle professionali, di risarcimento danni indotti da operatività privata e pubblica

LA CONSULENZA TECNICA

– Esempi

– Esempio di accertamento tecnico preventivo

– Esempio di relazione tecnica di parte

– Linee generali dell’estimo

– Le valutazioni

– I criteri di stima

– Il metodo di stima

– La scelta del procedimento in campo microestimativo

– La scelta del procedimento in campo macroestimativo

– Introduzione

– La stima del più probabile valore di mercato di un fabbricato urbano

– La stima delle aree edificabili

– La stima delle aree verdi

– La valutazione degli immobili iscritti al Catasto

– Generalità

– Criteri di stima

– La determinazione dell’indennizzo

– La determinazione dei millesimi negli edifici in condominio

– La stima dell’indennità di sopraelevazione

– Premessa

– La stima

– Generalità

– Criteri di stima

– Criteri e stima delle aziende industriali

– La stima delle aziende in avviamento

– La stima delle aziende in fase di avvio o di decadenza

– Generalità

– Le singole operazioni divisionali

– I concetti di costruzione e di distanza

– La distanza dalle costruzioni e dai confini

– L’apertura di vedute e luci

– La riservatezza dei diritti soggettivi nei confronti dei provvedimenti amministrativi rilasciati a terzi

– Il mercato della consulenza in Italia e la figura del consulente

– Le qualità di un buon consulente

– Nozione di consulenza tecnica con particolare riferimento alle controversie giudiziarie

– La redazione della consulenza tecnica d’ufficio

– Differenza tra consulenza tecnica e progettazione

LA CONSULENZA TECNICA D’UFFICIO

– Cos’è

– Il compito ed i requisiti del consulente tecnico d’ufficio

– Nomina astensione, ricusazione e sostituzione del consulente tecnico d’ufficio

– L’udienza di comparizione del consulente tecnico d’ufficio

– Iscrizione all’albo dei consulenti tecnici

– Privacy per i C.T.U. e periti

– Consigli di pratica utilità

LE OPERAZIONI DI CONSULENZA

– L’inizio delle operazioni e la tutela del principio di contradditorio

– Lo svolgimento delle operazioni di sopralluogo e delle indagini presso i pubblici uffici

– Rilievi delle parti nel corso delle operazioni ed eventuale rinvio innanzi al giudice istruttore

– Redazione del processo verbale di sopralluogo

– Rapporti tra il CTU e il GI

– Rapporti tra il consulente tecnico d’ufficio ed i consulenti tecnici delle parti

I COMPENSI SPETTANTI AL CONSULENTE TECNICO D’UFFICIO

– Disposizioni generali

– Disposizioni particolari

– Chiarimenti del Ministero di Grazia e Giustizia sulla nuova tariffa giudiziaria

– Redazione della parcella onorario e spese

LE CAUSE DI NULLITA’ DELLA RELAZIONE DEL CONSULENTE TECNICO D’UFFICIO

– I casi di nullità

– Risoluzione delle questioni e intervento del giudice

– Valutazione della CTU da parte del giudice

– Responsabilità del CTU e relative sanzioni

– Ipotesi di responsabilità

ALTRE FORME DI CONSULENZE TECNICHE D’UFFICIO

– L’accertamento tecnico preventivo

LA CONSULENZA TECNICA DI PARTE

– Introduzione

– Il consulente tecnico di parte

LA PERIZIA STRAGIUDIZIALE

– Introduzione

– L’attività del perito

– Il verbale di giuramento

IL CONSULENTE TECNICO NEL PROCESSO FALLIMENTARE E NELL’ASTA GIUDIZIARIA

– Generalità

– Compensi

– L’Asta giudiziaria

L’ARBITRATO, LA MEDIAZIONE E LA CONCILIAZIONE

LA PERIZIA E LA CONSULENZA TECNICA NEL PROCESSO PENALE

– Generalità

– Compensi

RICHIAMI DI ESTIMO UTILI PER SVOLGERE LE CONSULENZE TECNICHE D’UFFICIO

– I giudizi di valore

– Il metodo e i procedimenti di stima

– Estimo urbano

– La valutazione dei danni alle cose

– Estimo condominiale

– La stima dei diritti reali

– La stima dei frutti pendenti e delle anticipazioni colturali

– La valutazione delle aziende industriali

– La stima delle divisioni ereditarie

– La distanza dalle costruzioni e dalle relative vedute

– L’espropriazione per pubblico interesse e le servitù coattive

– L’espropriazione per pubblico interesse e le servitù coattive

Per informazione compilare il modulo accanto senza impegno.

 

Top